sabato 9 gennaio 2016

Genova - una città in guerra - parte 7a






10 giugno 1940 - l'Italia entra in guerra e  Genova si prepara al peggio.

Forse sperando che il nemico usi "bombe intelligenti"  si provvede a segnalare ospedali e centri culturali smilitarizzati con appositi contrassegni dipinti sui tetti.

In questa foto di palazzo Tursi  ho evidenziato con la freccia rossa il contrassegno dipinto sul tetto.
In quella successiva  si vede a cosa è servito....
Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1
Riv.Comune sett43 n.9  Tursi




Si provvede a trasportare al sicuro le opere d'arte e gli oggetti di valore nei palazzi pubblici e privati. Qui siamo al Palazzo Bianco

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1
Le cose non trasportabili vengono protette allla meglio sul posto . Qui la Madonna del Puget a Palazzo Bianco.

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1



Tutto in cantina, in attesa del "tutti in cantina" quando suoneranno le sirene.

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1



Escamotages a volte ingenui, quasi patetici, come la striscie di carta gommata applicate ad X sui vetri delle finestre di Palazzo Rosso

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1



Il portone della cattedrale viene protetto con sacchi di sabbia e muretto di mattoni.

Storia fotografica di Genova nella seconda guerra mondiale di Tito Tuvo Mondani editore vol 1

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1


Anche le pareti di Palazzo San Giorgio vengono rinforzate, peccato che bombe caschino sempre sui tetti....


Si cerca si proteggere anche i monumenti all'aperto, qui la statua del "marinaio" alla Foce.

Storia fotografica di Genova nella seconda guerra mondiale di Tito Tuvo Mondani editore




Ed eccoci ai rifugi, per chi poteva arrivarci in tempo,  agli altri non restava che rinforzare adeguatamente la cantina.

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1
Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1
Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1

Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1
Genova nella seconda guerra mondiale di Carlo Brizzolari Valenti editore vol 1

La lista dei rifugi predisposti dal Comune. Speriamo sia incompleta, perchè i posti offerti sembrano troppo pochi.....  Gli altri dove si riparavano?  tutti in cantina?

Tutti in cantina, di notte, al suono delle sirene, e di giorno tutti alla Guardia, sperando che la Madonna ci metta una "manina".

Storia fotografica di Genova nella seconda guerra mondiale di Tito Tuvo Mondani editore vol 1


Ma, la guerra? , la guerra arriverà a Genova fin troppo presto con le prime bombe ed i primi morti.
Ne parleremo nella prossima puntata.









Nessun commento:

Posta un commento