sabato 12 ottobre 2013

Piazza Ponticello



Per parlare di Piazza Ponticello (pallino rosso) faremo riferimento alla mappa edita dal Grondona nel 1846 che ci mostra come questa piazza fosse in passato uno snodo importante nella viabilità cittadina.
Non c'era ancora Via Fieschi (1868) e si saliva in Carignano per crose e scalinate che, naturalmente passavano da piazza Ponticello.
Ugualmente si passava per Piazza Ponticello per andare da Via Giulia o dalla porta d'Archi al borgo del Lanaioli e via Madre di Dio (pallino verde).
E da questa piazza partiva pure il Vico dritto di Ponticello che andava alla Porta di S. Andrea (Porta Soprana - pallini blu) e di lì in San Lorenzo o in Sarzano.




 
Nella cartina del Touring del 1916 vediamo già diverse novità:
Via XX Settembre ha sostituito via Giulia e l'accesso a piazza Ponticello da via XX è stato allargato, diventando la parte inferiore di via Fieschi che, costruita nel 1868, prima terminava in piazza Ponticello mentre ora arriva fino a via XX Settembre.
Da De Ferrari la Via Dante, di nuova costruzione, attende di fare il balzo finale verso l'angolo sud del Seminario e la futura galleria Cristoforo Colombo.



Nel frattempo possiamo vedere alcune immagini dei luoghi citati

Cominciamo da Piazza Ponticello, con una foto annotata e datata 20 settembre1888 che ci mostra un padiglione inghirlandato nella piazza dove vi sono anche alcuni banchi di "bisagnine"

Foto delle festività del 20 sett.1888  -  di proprietà degli autori

Piazza Ponticello : a sinistra via Fieschi, a destra via dei Lanaioli/Servi/Madre di Dio.....


cartolina - ed. Valenti - non circolata

La piazza nel 1900.
Vediamo per la prima volta la fontana (barchile) che venne costruita nel 1643, in parte pagata dalla comunità locale con una sottoscrizione popolare. La fontana fu trasferita al Palazzo Ducale nel 1935 quando fu demolita la zona, e poi in piazza Campetto nel 1988.
Un chiosco in mezzo alla piazza vende probabilmente giornali, mentre un carro attraversa la piazza trasportando un pesante carico di sacchi.  A sinistra Borgo Lanaioli (a seguire via dei Servi e via Madre di Dio)  ; a destra vico dritto Ponticello.

cartolina - ed. Leonar - non circolata

cartolina - ed. Cicolari - sped 1909

E' del 1909 anche questa immagine, omaggio del Secolo XIX, che  mostra più in dettaglio l'inizio di via Fieschi, in piazza Ponticello.
Vediamo in alto, sullo sfondo la Chiesa di Carignano, rivediamo la fontana ed a destra le insegne di una trattoria e di una farmacia.  A sinistra le insegne di due sartorie e di un banco di pegni.

stampa da cartolina - omaggio Secolo XIX




Qui abbiamo cambiato prospettiva (siamo con le spalle a via Fieschi )
Vediamo edifici transennati ma non sono in demolizione.
Il secondo a sinistra, con i ponteggi solo al primo piano, è nuovo, costruito nel 1906 ad angolo con via XX Settembre ed esiste tutt'oggi. Evidentemente gli stanno levando i ponteggi.

In fondo a destra vediamo un edificio di via XX ancora in costruzione. (quello che sostiene l'arco su via V Dicembre), mentre quello di fronte (l'altro che sosterrà l'arco) è già edificato.

Gli altri edifici transennati e ponteggiati, evidentemente stanno facendo il "lifting" alle facciate, tanto per arrivare ancora in ordine al 1935, quando arriverà il piccone anche per loro, come per tutto il restante rione di Ponticello
Dietro al primo edificio a destra inizia via Porta D'Archi.


cartolina - ed. non rilevato - non circolata




 La stessa inquadratura della immagine precedente, qualche anno dopo .
Vediamo un'altra sartoria e le insegne di Bagnara e di un panificio a sinistra.
Al centro la solita fontana a sinistra della quale sembra esserci il banchetto di un arrotino.
Sulla tenda a destra spicca la dicitura "latteria Bonafede"; davanti alla latteria sembra essere in sosta il carretto del lattaio.

cartolina - ed. Mangini - non circolata

La fontana verrà presto portata via, quando, nel 1935 arriverà il "principio della fine" .
Un'altro quartiere vivo e vitale sta per essere raso al suolo ed  il tessuto sociale e commerciale ne risulterà stravolto.

Ma questa è un'altra storia.

11 commenti:

  1. Da te un errore così non me lo aspettavo, non esiste piazza Campetto, ma solo Campetto ;)

    RispondiElimina
  2. ciao , Anonimo
    I genovesi dicono "andiamo in campetto" come dicono "andiamo a De Ferrari" sottintendendo la "piazza"
    Posso concordare che probabilmente in antico il toponimo era solo "campetto" ma il luogo è denominato "pazza Campetto" in tutte le mappe che conosciamo (e non sono poche, a cominciare dalla nostra del 1849....)
    grazie comunque dell'intervento, scrivici ancora
    ciao

    RispondiElimina
  3. Questa mi è nuova, ma come mai allora sulla "piazza" c'è scritto solo Campetto?

    RispondiElimina
  4. una domanda che meriterebbe un approfondimento, chissà se ce la caviamo con qualche giorno in biblioteca?
    e ci saranno altri casi analoghi ? ...investighiamo ?
    qualcuno ci aiuta ?

    RispondiElimina
  5. Forse il visitatore anonimo è condizionato dalla visita a qualche altro sito in cui questa distinzione viene presentata in termini drastici...
    Posso citarlo? E' un sito interessante, e non credo tu tema la concorrenza ;-) http://tinyurl.com/ofz8qf2
    Io penso che riferendosi al toponimo dei tempi nostri (si parla del 1988) "piazza Campetto" sia da considerarsi corretto.

    Piuttosto io vorrei esprimere un dubbio su di una foto di questa pagina, l'ultima.
    Tu scrivi "Gli edifici, transennati e ponteggiati, sono in demolizione."; io a suo tempo avevo esaminato con cura la cartolina,
    ed ero giunto ad una conclusione un po' diversa, di cui mi piacerebbe discutere con te: i 3 palazzi sono ponteggiati, ma quello
    al centro lo è in modo diverso. Non ci sono paratie di protezione per i detriti, sembra il classico ponteggio usato dai muratori
    per *costruire*, non per demolire! Osservando le caratteristiche del palazzo (poggioli, sporgenza del tetto) e confrontandolo
    con quello attuale mi sono convinto che sia proprio quello. Quindi in quel periodo di alacre lavoro si demoliva e si ricostruiva
    "gomito a gomito"! Concordi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao,
      grazie per l'intervento.

      Siamo andati volentieri a vedere il sito da te menzionato, ben fatto ad un livello professionale che non saremmo (mia moglie ed io) mai in grado di raggiungere.
      Le targhe stradali sono a volte discordanti dalle registrazioni cartacee e con "Campetto ne abbiamo un esempio cui ancora non siamo venuti a capo.

      Noi pubblichiamo il materiale "vecchio" che abbiamo (cartoline, cartine,foto etc) dopo aver fatto se necessario una ricognizione "sul campo"; ma spesso, specie nel caso di luoghi scomparsi da tempo e di cui non abbiamo certa e diretta memoria a volte ci possiamo sbagliare.
      Nel caso dell'edificio di piazza Ponticello ci siamo basati sul fatto che i palazzi ponteggiati dell'ultima foto (1935) compaiono anche nella cartolina immediatamente precente, che è di parecchi anni antecedente all'ultima (direi fine 800-primi 900 a giudicare dalla foggia degli abiti). Se guardi bene nella penultima foto c'è anche il palazzo con i tre poggioli ed il tetto a sporgere che hai notato sia stato ponteggiato in maniera diversa dagli altri nell'ultima immagine, e poi conservato .
      Pertanto possiamo dedurre che non si tratti di un palazzo in costruzione nel 1935 ma di un ponteggio "conservativo" di un palazzo che doveva essere preservato dall'abbattimento e magari restaurato con una buona mano di colore.
      Ti ringrazio della acuta osservazione che ci ha permesso di aggiungere questo ulteriore dettaglio.

      Elimina
    2. Ciao,
      non ero certo di una risposta, e comunque non la aspettavo così presto! Ciò significa che questo è un sito vivo, e la cosa mi fa piacere.
      In effetti pur non conoscendo l'altra cartolina, su cui non mi ero soffermato, avrei dovuto considerare che quel palazzo fa parte di via XX settembre, quindi dev'essere stato edificato a cavallo dei due secoli, penso nei primissimi anni del '900. Semmai c'è da stupirsi che dovesse aver bisogno di un restauro dopo solo una trentina d'anni... probabilmente si trattava di piccola manutenzione.
      Grazie dell'attenzione, ciao.

      Elimina
  6. Campetto. Senza Piazza. Anche se, probabilmente per comodità, nelle cartine viene fregiato del "titolo"" http://www.centrostoricogenova.com/tipovie.php3?id=storia&rid=campetto&incvie=botcampetto

    RispondiElimina
  7. qualcuno sa dove fosse ubicata piazza villetta, che era in zona ? non riesco a sapere dove fosse...grazie a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono fuori Genova e non ho qui le mie "guide". Posto la tua domanda sul gruppo omonimo : https://www.facebook.com/groups/gianfranco.curatolo/. Se vieni su FB, sul gruppo, sono sicuro troverai la risposta.

      Elimina
    2. Mi hanno risposto la trovi in fondo a via Madre di Dio, in basso a sinistra nella piantina :
      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10203405940665792&set=p.10203405940665792&type=3

      Elimina