martedì 7 marzo 2017

Chiesa del Gesù






La chiesa del Gesù ha origini antiche in quanto risalgono alla fuga da Milano del clero locale a seguito delle persecuzioni longobarde.

Il vescovo di Milano si trasferì a  Genova  nel 569 stabilendosi nel quartiere dei pollaioli vicino alla cattedrale di San Lorenzo.  L' esilio genovese durò fino alla metà del VII  secolo.
La presenza dei milanesi in città necessitò di una chiesa che fu costruita nel loro quartiere e intitolata a sant'Ambrogio.

La chiesa "insiste" sui ruderi di una villa "romana" del II sec. DC finora solo parzialmente indagati.

In questa mappa il Poleggi ci mostra sa situazione cittadina nel sec. XI e vediamo la chiesa del Gesù quasi al confine delle mura del IX secolo.

Una città portuale del Medioevo - Genova nei secolo X-XVI di  L.G.Bianchi e E.Poleggi   ed. Sagep sec XI




L'edificio passò poi nelle mani dei  Gesuiti, giunti a Genova nel 1522, che lo ristrutturarono fino alla forma attuale arricchendo la chiesa di pregevoli capolavori.  Alla loro presenza si deve il cambiamento del "titolo" in "Chiesa del Gesù e dei Santi Ambrogio ed Andrea".  (oggi meglio conosciuta col più breve nome di Chiesa del Gesù). 

La facciata venne completamente rifatta nella seconda metà del XIX secolo dopo la demolizione della cortina di Palazzo Ducale  (dalla quale, in precedenza, un  archivolto metteva in comunicazione diretta il palazzo  con la chiesa del Gesù. Questo passaggio, realizzato nel XVI secolo,  entrava direttamente nella facciata della chiesa).  Qui lo vediamo in un disegno di Domenico Cambiaso






 La Nuova facciata fu completata nel 1894 e vi vennero inserite le due statue  di sant'Ambrogio e sant'Andrea.
da  "strade Ritrovate"  -  pubblicazione della Regione Liguria


 La chiesa era situata proprio al limite delle zone da demolire per realizzare la nuova piazza De Ferrari e Via Dante,  che abbiamo cerchiato in rosso in questa piantina del 1846.

Carta topografica della città di Genova 1846 ed. Libreria Grondona di proprietà degli autori


Nel 1916, le demolizioni erano terminate ed i nuovi palazzi costruiti, meno quella della Navigazione Generale Italiana che verrà "appiccicato" alla chiesa a formare un tutt'uno con essa.
Intanto vediamo la piantina del 1916:

Mappa del TCI 1916


Il palazzo della N.G.I. (poi Italia di Navigazione) verrà appunto costruito nell'area tratteggiata a forma di L rovesciata che contorna la chiesa.
Nel frattempo, (cartolina del 1920), vista da Piazza De Ferrari , la chiesa si presentava così:

Cartolina edita da Mangini



Nel 1924 viene completata la costruzione del palazzo della N.G.I. nelle modalità prima descritte, qui lo vediamo un una cartolina spedita nel 1925.  La chiesa non è più visibile da piazza De Ferrari. e ne vediamo spuntare solo la cupola.

29 pal. Nav.Gener.Ital. by Dell'Avo sped 1925 r (2)


Una foto dall'aereo scattata nel 1930ca ci mostra questo "strano accoppiamento"

DeFerrari dall'aereo by Traldi MI 1930 ca.



Una immagine più recente , purtroppo non datata, con il campanile in corso di restauro.
da  "strade Ritrovate"  -  pubblicazione della Regione Liguria


La chiesa ospita numerosi capolavori, ma dell'interno parleremo in una prossima occasione.


















Nessun commento:

Posta un commento