venerdì 21 giugno 2013

Piazza Corvetto



Piazza Corvetto nel 1870 .... sembra un'altra piazza ... un'altra città. Solo la torretta della villa Serra ci da un punto di riferimento.

Cartolina ed. Mangini - non circolata
Per capirci meglio pubblichiamo uno stralcio dalla Carta Topografica della Città di Genova del 1846 dove vediamo che dai Giardini dell'Acquasola partiva una passeggiata "sulle mura" che arrivava alla Villetta Di Negro. Da piazza Fontane "Amorose" via S.Caterina arriva direttamente sulla spianata.

Carta Topografica della Città di Genova ed. Grondona 1846 - di proprietà degli autori


In questa immagine cominciamo ad individuare una fisionomia nota : la piazza non è ancora come la conosciamo e manca il monumento, ma ... ogni cosa a suo tempo. 

cartolina ed. Dossi e Bolognini - non circolata


Ed ecco la statua, inaugurata nel 1886, di Vittorio Emanuele II, il Re del "bagno di sangue" 
di La Marmora nel 1849. 
I Genovesi gliela dedicarono a "denti stretti" , per mera ragion di stato e convenienza politica, ovvero perchè non se ne poteva fare a meno.
Comunque fecero prima, a poca distanza,  il monumento a Mazzini, nel 1882, tanto per chiarire a chi andava la simpatia della citta.

Cartolina ed. Gussenhei Zurich - sped 1901


Cartolina  ed. Rosenberger - data non rilevabile



Cartolina ed.Guilleminot Paris - non circolata

In questa immagine abbiamo già la struttura attuale con Via Assarotti e via Palestro.

Cartolina ed. Calì - spedita 1917


Ancora il Monumento a Vittorio Emanuele II con sullo sfondo la statua di Mazzini e la Villetta Di Negro.
I due storici avversari del Risorgimento continuano a guardarsi in cagnesco, da lontano, come sempre,  anche se Vittorio forse tenta un'aperrtura di dialogo postuma, salutando col cappello levato.

Cartoline ed. Fotocromo Milano - data illeggibile

Corvetto vista dal monumento di Mazzini. Mazzini forse  lo hanno messo lì apposta, a sorvegliare quel tipo a cavallo... che non ci combini altri  ca....i (scusate.. i puntini, ma facevano rima con Mazzini...)

Cartolina ed. non rilevato - spedita  nel 1927


La Galleria Regina Elena (oggi Nino Bixio).
La prima galleria tramviaria, che collegava Corvetto a Portello, fu costruita fra il 1895 ed il 1897 e permetteva il passaggio di una sola vettura tramviaria alla volta, a senso unico alternato.
 Qui ne vediamo l'imboccatura "prima maniera" in un contesto scenografico che oggi ci appare un pò stile Disneyland ma che all'epoca doveva essere abbastanza apprezzato se pensiamo alle bizzarrie dello stile Coppedè allora in voga.

 I quartieri di Genova Antica ed Tolozzi


 Galleria Regina Elena e statua di Mazzini.
Qui vediamo la seconda versione, completata nel 1928, e stilisticamente molto più "sobria", che permetteva il transito in doppio senso.

Cartolina ed TOC - spedita 1935



Piazza Corvetto in tempi relativamente moderni anche se non abbiamo una data esatta.

Cartolina ed.WDG - non circolata







3 commenti:

  1. ridescrivi foto 22, vista da Mazzini....per il resto...COMPLIMENTI, BRAVISSIMO....io ci vivo ed ero curioso, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ok ora ho capito correggo grazie

      Elimina